Petra. Un Viaggio

Il viaggio è terminato a novembre 2014 | Per info visita www.petrawine.it

Categoria: Senza categoria

Il giorno di San Martino

11_novAddì, 11 novembre…
Così potrebbe iniziare una lettera di qualche tempo fa. Ma visto che oggi, magari anche purtroppo, ci affidiamo sempre di più a computer e tecnologie varie, mi limiterò semplicemente a dire che oggi è l’11 novembre, giorno di San Martino. Trovandomi nella bellissima Maremma non posso quindi non ricordare, e non ricordarvi, questa splendida poesia di Carducci che tutti noi, almeno una volta nella vita, abbiamo mandato a memoria. E che ancora oggi, sono certo, risuona dolce come un tempo.

San Martino
La nebbia a gl’irti colli
piovigginando sale,
e sotto il maestrale
urla e biancheggia il mar;

ma per le vie del borgo
dal ribollir de’ tini
va l’aspro odor de i vini
l’anime a rallegrar.

Gira su’ ceppi accesi
lo spiedo scoppiettando:
sta il cacciator fischiando
sull’uscio a rimirar

tra le rossastre nubi
stormi d’uccelli neri,
com’esuli pensieri,
nel vespero migrar.

G. Carducci

Tempo di autunno

Petra_pano_autunno
Attenderò che il rombare dei trattori si assopisca, che il vocio degli uomini e delle donne tra i filari si dissolva, che le macchine in cantina si fermino e, con loro, quel rumore, così ripetitivo. Attenderò questa fine di vendemmia per ritrovare la quieta bellezza di una terra generosa, per camminarci nuovamente dentro, passo dopo passo, assaporando ogni alito di vento e ogni piccola sfumatura tra luce e ombra. E’ ormai tempo di autunno, si fa silenzio: parlano i colori.

_____________
Nella foto: i vigneti del Merlot di Quercegobbe giocano con i colori
Clicca e scarica la foto come sfondo per il tuo desktop – ©AlbertoBregani/TerraMoretti

I suoni e i gesti

Con lo stupore di un bambino che vede lo spettacolo per la prima volta, mi sono incantato a guardare le macchine ripetere i loro automatismi senza una sbavatura; le ho viste e riviste mettere in fila le bottiglie, ricoprirne i tappi con la stagnola, metterci l’etichetta, spazzolarla, rimetterle poi in fila precise per la selezione e il confezionamento finale. Ho sentito i loro suoni ben definiti, le loro modulazioni, ognuno con il proprio carattere in altezza, intensità e timbro. Suoni alti, acuti, bassi o gravi, così chiari e riconoscibili da poterne descrivere ora, ad occhi chiusi, ogni loro fase. E poi ho osservato i gesti delle persone; gesti ripetuti chissà quante centinaia o migliaia di volte. Come le macchine, certo. Ma gesti così attenti e delicati, anche nei loro suoni così ovattati, da racchiudere tutta la consapevolezza di essere ultimo e importante tassello di un puzzle composto dai gesti e dalle azioni di tante altre persone; consapevolezza di avere a che fare con un prodotto vivo, che arriva dalla terra, con il suo carattere e la sua personalità. Il suo valore.  Suoni e gesti di un ordinario giorno di inizio agosto in cantina a Petra, tra un tintinnio e un sorriso.

 

 

Petra per voi. Gli sfondi per monitor

PETRAWALL_08
Per chi è già stato a Petra, ma anche per chi deve ancor venirci, abbiamo pensato fosse carino mettere a disposizione alcune tra le più “cliccate” fotografie recentemente realizzate durante questo mio  personale viaggio. Molte sono infatti le richieste di permesso giunte in questi mesi via mail, Fb, blog, per downlodare questa o quella foto. Così, anche e soprattutto per questioni di qualità, è stata messa online la pagina dedicata agli “sfondi di Petra” per il vostro monitor, nella corretta definizione e con il giusto adattamento rispetto alla fotografia originale. Come detto in apertura, per chi è già stato a Petra potrà essere un bel modo di ricordarsi di questo splendido luogo; e per chi deve ancora venirci potrà essere, o almeno lo speriamo, il miglior “post-it” da mettere sul proprio monitor. In attesa di incontrarci qui. Grazie a tutti. Ciao! ;-)

Pioggia

Piove, a Petra. Acqua leggera di inizio maggio, che fa bene al vigneto, all’olivo e al granturco. Oggi riposerò, in attesa che la pioggia finisca di tamburellare alla mia finestra e le rondini tornino a volare da sotto il mio tetto.

Rain